Vaccinazioni ai neonati. Scontro sull’antinfluenzale

Pronto il piano alla De Marchi: coinvolti 180 bimbi tra 7 giorni e sei mesi di vita. Il Mario Negri: un errore MILANO – L’utilità della vaccinazione contro l’influenza per i bimbi sani che non hanno ancora compiuto tre anni divide ancora la comunità scientifica: eppure ora si pensa già a vaccinare anche i neonati. È l’argomento su cui si dovrà esprimere il 20 ottobre il comitato etico del Policlinico. La sperimentazione è destinata, per la prima volta, ai bambini tra i 7 giorni e i 6 mesi di vita. L’obiettivo: valutare la sicurezza, la tollerabilità e il grado di efficacia del vaccino. Una scelta che, però, solleva perplessità tra gli esperti dell’Istituto farmacologico Mario Negri. Mai finora era stato considerato necessario somministrare l’antinfluenzale a quest’età: per i bimbi di età inferiore a 6 mesi non esiste praticamente nessun dato nella letteratura scientifica. Con il via libera del comitato etico lo studio, unico in Italia e tra i pochi al mondo, partirà alla clinica De Marchi (che fa parte, insieme alla Mangiagalli, del pool di ospedali collegati al Policlinico) a fine ottobre. I piccoli pazienti arruolati saranno 180. La durata della sperimentazione è di tre mesi. «È uno studio farmacologico di fase III (con farmaci considerati ragionevolmente efficaci e sicuri, ndr ), su base volontaria, randomizzato, no profit – dice Susanna Esposito, alla guida della Pediatria 1 della De Marchi -. L’arruolamento dovrà essere programmato in modo da includere 60 bimbi nati prima della 32ª settimana, 60 tra la 32ª e la 37ª e 60 oltre la 37ª». Prima di avviare qualsiasi fase dello studio, ai genitori saranno esposti dettagliatamente i possibili benefici e i rischi derivanti dalla partecipazione all’indagine. Ai bambini sarà somministrato il classico vaccino influenzale ma – anziché per via intramuscolare – per via cutanea. «La cute rappresenta un organo del tutto particolare – spiega Esposito -. Qui è contenuto un numero elevato di cellule coinvolte nella risposta immunitaria». Ogni anno l’influenza colpisce dal 10 al 30% della popolazione pediatrica. Ma tutte le raccomandazioni scientifiche internazionali escludono i neonati dall’elenco dei soggetti ai quali la vaccinazione deve essere somministrata, indipendentemente dal tipo di vaccino utilizzato. «Nelle loro linee guida sia l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) sia i Centers for disease control (Cdc) di Atlanta consigliano la vaccinazione antinfluenzale solo a partire dai sei mesi di vita e solo per bambini con gravi malattie croniche polmonari, metaboliche, cardiovascolari, immunosoppressive e per coloro sottoposti a trapianto d’organo – sottolinea Maurizio Bonati, responsabile del Laboratorio per la Salute materno infantile del Mario Negri -. Per tutti gli altri, in particolare quelli tra i 6 mesi e i due anni, non ci sono indicazioni perché è difficile valutare la capacità di risposta immunitaria nei bimbi». Per i ricercatori che fanno capo alla Cochrane Collaboration, un punto di riferimento mondiale per gli studi sulla vaccinazione antinfluenzale, l’efficacia del vaccino sotto i 2 anni è praticamente nulla (ossia simile al placebo) perché i bimbi non riescono a produrre un risposta immunitaria adeguata. «È meglio vaccinare le donne in gravidanza – insiste Bonati -. È scientificamente provato che in questo modo si protegge anche il neonato per i primi sei mesi di vita. L’allattamento, inoltre, è la miglior protezione del neonato anche contro l’influenza». Simona Ravizza 10 ottobre 2011 13:18

Fonte: http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_ottobre_10/vaccinazione-antinfluenzale-neonati-1901773343864.shtml

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...